img

Disturbi del sonno: a Castelpetroso medici riuniti per discutere di prevenzione e terapie

I disturbi del sonno spesso sottovalutati, eppure le conseguenze possono essere molto gravi. La Sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS) può infatti favorire patologie cardiovalscolari e disturbi metabolici, provocare l’ictus e causare pericolosi colpi di sonno alla guida.

Il tema è stato al centro dell’evento “Sindrome Apnee Ostruttive nel Sonno (OSAS): la Pandemia Silenziosa. Fattori di Rischio e Sicurezza”, che il 16 ottobre 2018 ha portato medici ed esperti a Castelpetroso per approfondire gli aspetti diagnostici e terapeutici di questo disturbo.

L’evento è stato organizzato dall’ASReM con il patrocinio dell’ISDE (Associazione Medici per l’Ambiente) e dell’Ordine dei Medici di Isernia.

“Un miglioramento degli stili di vita - ha detto la Dott.ssa Silvana di Ponio, esperta Asrem - come la riduzione dell’obesità e del fumo, possono permetterci di affrontare il problema”.