img

Decreto Privacy in vigore dal 19 settembre: ecco cosa fare per mettersi in regola

Entrerà in vigore il 19 settembre prossimo il Decreto Privacy (Gdpr). Il provvedimento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Questo decreto riguarda direttamente anche i medici, visto il ruolo delicato che ricoprono. È fondamentale mettersi in regola con le più stringenti regole volute dall’Unione europea.

Si rischia, tra l’altro, di incappare in pesanti sanzioni amministrative. Per non parlare del rischio di ritrovarsi ad affrontare dei contenziosi non strettamente legati alla professione medica.

Il decreto privacy è importante perché spiega come bisogna comportarsi quando occorre comunicare o diffondere dati personali.

Individua ad esempio la figura del Garante della privacy. Stabilisce che bisogna avere almeno 14 anni per poter dare il consenso al trattamento dei dati personali.

Sono inoltre previsti altri accorgimenti per garantire un più elevato livello di sicurezza relativo alla gestione dei dati personali, anche a livello informatico.

In altre parole bisogna riorganizzare la propria attività professionale. E ciò più che un peso, può essere un vantaggio per tutti. Sia per i medici sia per i loro pazienti.

Per saperne di più si consiglia la lettura di questo articolo pubblicato su DottNet.