img

Chiude il punto di primo intervento a Venafro, Crudele: notizia inaccettabile, Toma faccia chiarezza

Ha destato stupore e preoccupazione, tra i cittadini e gli operatori della sanità, la notizia dell’imminente chiusura dei punti di primo intervento di Venafro e di Larino, annunciata dal presidente della Regione Molise Donato Toma.

“La notizia appresa dagli organi di informazione – afferma il presidente dell’Ordine dei medici di Isernia, Fernando Crudele – ci sorprende.

Non è assolutamente accettabile che un servizio così importante per tutta la popolazione venga discusso nelle segrete stanze, senza consultare i medici, le organizzazioni sindacali e l’Ordine dei medici.

Ad oggi, a poche ore dalla possibile chiusura del punto di primo intervento del Santissimo Rosario di Venafro, la cittadinanza non sa nulla. Né i medici sanno cosa fare dal 1° luglio o, al più tardi, da lunedì 2 luglio.

Chiediamo al presidente della Regione Toma – conclude Crudele - un incontro urgente per avere gli opportuni chiarimenti”. 

Stando a quanto riportato dalla stampa, la chiusura del punto di primo intervento di Venafro è prevista per domani 1° luglio.

Le funzioni di tale presidio dovrebbero essere svolte dalla postazione del 118, messa nelle condizioni di stabilizzare i pazienti ed eventualmente trasferirli nell’ospedale più vicino.